mercoledì 13 febbraio 2008

Considerazione Statistica

Dall’ultima ricerca eseguita nel 2001 c’è stato un incremento dei consumatori di grappa di circa l’8% seppur con una lievi riduzione della quantità consumata.

Il maggior consumo si è registrato tra i 18-34 anni dove vi è una riscoperta di questo distillato e tra le donne dove si sta affermando questa tendenza.

L’inversione di tendenza invece sta avvenendo sulla tipologia di distillato che si consumano e acquistano ovvero si sta passando dalla classica confezione tipiche dei bevitori di un tempo a quelle che “ spopolano” oggi giorno cioè le bottiglie da meno di un litro se poi sono di forme particolari e diverse ancora meglio.

Altro fenomeno in crescita è quello del regalo di grappe, in special modo quelle di monovitigno, come è in crescita anche il consumo tra le mura domestiche con amici e familiari , quindi in piacevole compagnia,e quelle al ristorante dove è il ristoratore stesso, che per stimolare la propria clientela all’assaggio del distillato, lo offre alla stessa.

Esistono delle “aree rosse” dove cioè si registra il maggior incremento di consumatori dall’inizio del secolo e sono principalmente aree Emiliano Romagnola, Toscana, Marchigiana e Umbra, mentre nelle regioni dove la produzione è in atto da molti anni si è osservata una stabilità. Queste regioni sono Piemonte e Triveneto.

Corsato Lara

Nessun commento: