giovedì 10 aprile 2008

Il Trentino Alto Adige



Tipicità e qualità sono le caratteristiche di una regione così montuosa, circondata da spettacolari rocche, case fortificate e manieri regalano la sensazione di essere protetti da tale imponenza. Ed è un'altitudine che difende i suoi luoghi in silenzio, mettendo al riparo uno spaccato di storia locale che vuole rendere onore alle fatiche dei padri.Questa regione preserva la propria tradizione agroalimentare, i propri prodotti realizzati con espedienti e fatiche secolari tramandati da padre in figlio, che ne fanno una tipicità inestimabile. Una grande regione che nella sua storia ha assimilato dall'Austria e dal Veneto tradizioni ed usi per poi adattarli al proprio territorio. Come dimenticare i meravigliosi Knodeln, la Goulashsuppe, la Apfelstruder. E poi i formaggi d'alpe, dei nostranie del più conosciuto puzzon. E ancora mele e vino. E grappa naturalmente. Che si sposa con la tradizione trentina attraverso la sublime distillazione delle vinacce, per poi essere siglata dal marchio regionale. E' qui che i mastri distillatori realizzano i distillati ricavati dai vitigni aromatici come il Gewurtztraminer, Moscato, Muller Thurgau o ancora Lagrein, Chardonnay, Sauvignon, Pinot nero, Teroldego Rotaliano, Riesling e moltissimi altri. Si può scegliere dalla giovane all'affinata, dall'invecchiata all'aromatizzata; la cura nel produrle e l'alta qualità le caratterizzano tutte.Col pensiero rivolto agli ottimi salumi, ai formaggi, ai frutti o ai dolci di questa zona, arriva spontanea la voglia di osare qualche abbinamento particolare: canederli allo spek serviti con un'emulsione di burro fusoe di grappa di chrdonnay, ad esempio: Oppure strudel di mele servito con salsa di cioccolato lavorata dolcemente con una grappa di moscato affinata. Sone dei sentieri di gusto inconsueti sui quali la grappa può giocare, offrendo raffinatezze di ottima sensorialità e rapire anche i commensali più esigenti.
E.M.

Nessun commento: