giovedì 20 gennaio 2011

CAPEO - Carlevaro-Ascona

Una grappa nostrana che all’occhio appare bianca e pulitissima.  I profumi appaiono intensi sufficientemente fini  e coperti con franchezza gradita. Frutta matura, fragola e morbida liquirizia confermano il vitigno. Un punto di lontana nocciola si lascia notare.  Al gusto una dolcezza  che ricorda il miele e i fiori di acacia lasciano un poco di  fondo leggermente legnoso quasi una radice.  Al finire buona persistenza con una chiusura dolce amara ricoperta da sentori netti del ritorno della  fragola che si riconoscono nel bagaglio generale a difendere una tradizionalità.

Nessun commento: