venerdì 8 febbraio 2013

MACELLERIA CROSETTI


Girovagando per le nostre splendide Valli, si scoprono e si vedono cose che sono nascoste ai più. In Formazza, mentre cercavo delle specialità a base di Genepì, mi sono trovato in un’antica macelleria. Parlando con il proprietario ci siamo trovati in sintonia e il nostro dialogo scorreva veloce e sincero. Di conseguenza le sue confidenze sono andate sul cosa e come operava e interveniva sulle carni che poi esponeva e metteva in commercio nelle sue vetrine.

Meravigliosi gli insaccati di selvaggina tipica, meravigliosi i “violini” e le carni delle stesse capre da lui controllate in alti alpeggi, ma le altre carni non vanno dimenticate per nessun motivo.  La qualità degli animali utilizzati, sicuramente meravigliosamente allevati,  risulta notevolmente di ottima scelta e dove si nascondono sapori e tenerezze che portano profumi e sapori che solo in montagna si possono .

Una macelleria non grande ma dove c’è e si trova veramente di tutto, a base carne naturalmente. Anche l’arredo è tipicamente di montagna, tra l’altro mi confida che la macelleria risale a molti ma molti anni passati, e che la testimonianza è ancora presente con la vecchia entrata in legno che risale addirittura al 600.  Una porta che porta con sé tanti ricordi di animali e di succosi tagli da loro sezionati.

Nessun commento: