lunedì 29 aprile 2013

ANAG - Bando di concorso - Alambicco d'Oro - 2013

 
 



Bando di concorso 2013

 

Articolo 1

 
L'Anag - Assaggiatori Grappa ed Acquaviti e la Camera di Commercio di Asti,  con il patrocinio dell’Istituto Nazionale Grappa, organizzano il 31° Concorso Nazionale Premio “Alambicco d'Oro”.

 
Articolo 2

 L'iniziativa si propone:

·      di valorizzare le grappe nazionali delle diverse zone di produzione qualitativamente migliori, favorendone la conoscenza e l'apprezzamento in Italia;

·      di stimolare le categorie interessate al miglioramento del prodotto;

·      di orientare e tutelare il consumatore nella scelta delle grappe.

 

Articolo  3

 Possono partecipare al concorso tutte le ditte produttrici e le ditte che acquistano, producono e commercializzano con marchio proprio grappe.

 

Articolo  4

 Il concorso è riservato alle seguenti categorie di grappe:

1. Grappe giovani.

2. Grappe giovani aromatiche.

3. Grappe che hanno subito un periodo di permanenza in legno.

4. Grappe aromatiche che hanno subito un periodo di permanenza in legno.

5. Grappe aromatizzate (con piante officinali, radici,………).

 

Articolo 5

 Sono ammesse grappe che: - non contengono correttori di gusto (aromatizzanti); e  rispondenti alle norme vigenti del Reg. CEE 110/2008 allegato 1 art. 6 comma d.; - sono prodotte conformemente alle vigenti disposizioni di legge e sono destinate al consumo; - appartengono ad un numero di lotto differente da quello dichiarato nella precedente edizione del concorso “Alambicco d’Oro”.

 

Articolo 6

 Le ditte interessate dovranno far pervenire, entro il  03 giugno 2013 alla Segreteria dell' Anag presso la Camera di Commercio d’Asti – Piazzetta dell’Archivio, 1 -  Cap. 14100 Asti:

·      Il bonifico bancario sul c/c 28649/4 della Cassa di Risparmio d’Asti, sede, intestato all’ANAG ed avente le seguenti coordinate bancarie: IBAN IT 25 H 06085 10301 000000028649.

·      La scheda di adesione, compilata in tutte le sue parti e sottofirmata, relativa al prodotto che si intende presentare [una domanda per ogni etichetta (bottiglia) presentata] con autorizzazione alla pubblicazione editoriale, al trattamento e divulgazione dei dati e dei risultati (D. lgs. 196/03).

·      I campioni, inviati nel n° di 3 (tre) bottiglie di capacità uguale o superiore a 50 cl., regolarmente confezionate, per ogni tipo di grappa (chi presenterà meno di tre bottiglie per prodotto iscritto non sarà inserito in concorso). Per chi desidera che il suo prodotto sia disponibile per tutto il periodo del banco d’assaggio inserito nella manifestazione “Douja D’Or”, può aggiungere un’altra bottiglia (3 + 1).

·      Tre etichette per ogni prodotto presentato per la preparazione del catalogo ed inserzione organolettica sul sito Anag in caso di vincita

·      Il contributo richiesto alle ditte partecipanti è pari a € 210,00 + IVA per l'iscrizione e la partecipazione di un campione. Ogni ulteriore campione presentato prevede un contributo di € 60 + IVA (Es.: 1 campione presentato = € 210,00 + IVA, 2 campioni € 270,00 + IVA, 3 campioni € 330,00 + IVA,……………….). Il versamento dovrà essere effettuato tassativamente prima dell’invio dei campioni mediante bonifico bancario sul c/c intestato ad ANAG – Assaggiatori Grappa e Acquaviti – acceso presso la Cassa di Risparmio d’Asti, Sede, ed aventi le seguenti coordinate bancarie: IBAN IT 25 H 06085 10301 000000028649.

 

Articolo 7

 Ai fini dell'assegnazione dei premi di cui all'articolo 8) i campioni presentati saranno sottoposti, in forma rigorosamente anonima, all'assaggio selettivo di commissioni formate da almeno 7 assaggiatori esperti Anag.

La selezione avverrà differenziando ciascuna categoria di grappa all’interno delle commissioni.

Alle riunioni delle commissioni saranno invitati a presenziare i componenti il Comitato Organizzatore (articolo 12). Il giudizio finale delle commissioni d’assaggio è insindacabile.

La commissione si riserva la facoltà di controllare la qualità organolettica dei campioni presentati con altri di pari etichetta reperiti sul mercato e di far eseguire anche accertamenti analitici.

Non saranno ammessi nella graduatoria di merito le grappe difformi e non sarà resa nota la loro identità.

 

Articolo 8

 Per le grappe conformi agli standard sensoriali stabiliti dal Comitato Organizzatore è prevista l’assegnazione di un attestato in pergamena accompagnato da un’artistica medaglia che riproduce l’Alambicco d’Oro, simbolo della manifestazione. Con il suddetto riconoscimento verranno assegnati gratuitamente a ciascuna azienda vincitrice, 500 bollini da apporre alla produzione vincitrice.

 

Articolo 9

 Tutte le grappe, saranno selezionate con la scheda Anag. Il punteggio minimo per il superamento della selezione sarà stabilito dal Comitato di cui all’art. 12 e dovrà essere superato dai prodotti in concorso, al fine del loro inserimento per ricevere l’eccellenza. L’assegnazione dei premi non dovrà superare, in ogni caso il 35% dei campioni partecipanti per ciascuna categoria di cui all’art. 4. I prodotti vincitori verranno inseriti nella pubblicazione ufficiale della manifestazione, nel catalogo, nel sito dell’ANAG (www.anag.it) e saran­no ammessi, quando possibile, a tutte le iniziative promozionali realizzate in Italia fino alla successiva edizione del concorso in “Douja D’Or”. I produttori consegneranno la domanda di partecipazione con l’autorizzazione alla pubblicazione editoriale, al trattamento e divulgazione dei dati e dei risultati in conformità del Decreto Legislativo 196/03.

 

Articolo 10

 Alle aziende vincitrici, entro il 15 luglio 2012 verrà comunicato l’esito del concorso ai fini di consentire la prenotazione dei bollini da apporre ai prodotti vincitori. La premiazione, avrà luogo nel corso di una apposita cerimonia con banco d’assaggio (di tutti i prodotti partecipanti) ed inserita all’interno della manifestazione “Douja D’Or” che si terrà, sabato 7 settembre 2013 alle ore 10 al teatro Altieri; le aziende vincitrici, saranno invitate alla premiazione con la consegna dei diplomi; mentre alle aziende che non potranno partecipare alla cerimonia di premiazione, verranno inviati i diplomi e medaglie con spese postali a loro carico.

 

Articolo 11

 
l Comitato Organizzatore si  riserva il diritto di modificare il presente regolamento in caso di necessità.

 

Articolo 12

 Il Comitato Organizzatore del Concorso è composto dai:

·         Designati dall’Anag e Associazione Anag della regione che ospita la manifestazione.

 

 

 

Articolo 13

 La segreteria del concorso viene disimpegnata dall'Anag.

 

Articolo 14

 L’ente organizzatore a proprio insindacabile giudizio si riserva l’accettazione dei campioni al Concorso.

 

Articolo 15

 
 

 
Per qualsiasi controversia è competente il foro d’Asti.

 

 

IMPORTATE 

Entro il 03 giugno 2013 inviare all’Anag segreteria d’Asti: Il bonifico bancario relativo al contributo di partecipazione.  

I campioni  e le schede di adesione e le tre etichette  come recita l’articolo 6.

In caso di bisogno, il bando di concorso e la Scheda di adesione - possono essere scaricati dal sito internet dell’ANAG www.anag.it

domenica 28 aprile 2013

ANAG - Alambicco d'Oro 2013


Gentile Produttore,

 
l'Alambicco d'Oro, concorso nazionale riservato alla grappa e finalizzato a far conoscere il meglio del nostro distillato di bandiera, è giunto alla XXXI edizione. La filosofia che ha sempre ispirato il concorso, negli ultimi anni l’ha portato ad un successo: per il numero dei partecipanti e perchè il  piazzamento in area premio sta diventando per le aziende un plus dichiarato sulla carta da lettera, attraverso la pubblicità e i comunicati stampa.

Il merito va sicuramente al rigore delle selezioni, condotte da assaggiatori patentati Anag e sottoposte al controllo statistico, condotto con metodo scientifico, ma anche all’opera di comunicazione e di promozione delle grappe premiate che gioca un ruolo di primaria importanza. 

 
La XXX edizione ha avuto un ampio riscontro: le grappe premiate sono state riportate sul sito internet dell’Anag, nella rivista “Italia a Tavola” con una tiratura di 60.000 copie e sulle più prestigiose riviste eno gastronomiche, la premiazione è avvenuta nell’ambito della manifestazione “Douja d’Or” alla  presenza di autorità e giornalisti appositamente convocati per la rassegna stampa e sempre all’interno della “Douja d’Or” è stato fatto il banco d’assaggio.

Quest’anno con la trentunesima edizione, l’organizzazione vuole dare al concorso una nuova veste che lo porti a migliorare ed elevare la propria importanza nel mondo della grappa:

1)      Il concorso è riservato alle Grappe ed ogni categoria sarà premiata secondo i canoni internazionali e la premiazione non supererà il 35% dei partecipanti per ogni categoria.

2)      Alle grappe vincitrici, saranno assegnati 500 bollini di merito da applicare alle bottiglie.

3)      Sarà redatto il catalogo delle Grappe vincitrici e sul sito internet dell’Anag sarà pubblicato anche la descrizione indicativa delle caratteristiche.

4)      La premiazione avverrà all’interno della “Douja D’Or” (7 settembre 2013)

5)      Tutte le grappe in concorso, parteciperanno al banco d’assaggio allestito all’interno della “Douja D’Or” per tutto il periodo, che va dal (6 al 15 settembre 2013).

 
Naturalmente proseguirà l’intensa campagna di comunicazione e di promozione delle grappe che si qualificheranno al concorso: corsi di assaggio, convegni, conferenze stampa, mostre, fiere, cataloghi, pubblicazioni e sito Anag (www.anag.it) consentiranno come sempre di dare giusto lustro all’eccellenza espressa dai mastri distillatori del comparto grappa.

 
Non ci rimane che augurarci di trovare il Suo consenso e di ricevere la Sua adesione entro il 03 giugno 2013 come prescritto dal bando unito alla presente.

 

Con i migliori saluti.

 

 

                                                                       Anag - Assaggiatori Grappa ed Acquaviti

                                                                                               Il Presidente

                                                                                   Silvano Amedeo Facchinetti

                                                                                      

sabato 6 aprile 2013

Merenda sulla neve in Formazza.



Oggi mi sono permesso di mangiucchiare alcuni dolcetti seduto su uno sgabello in giardino. Quanto mai, sono stato assalito da un nugolo di Gracchi alpini. Ho dovuto mollare tutto a loro ed osservarli mentre facevano merenda con i miei dolci.... Sono stati gentilissimi perchè non mi hanno nemmeno degnato di guardare cosa io facessi, mi hanno sopportato in mezzo a loro. Finito se ne sono andati senza nemmeno ringraziare. Ora vado in pasticceria a prendermi una cioccolata visto che non ci sono più dolcetti. Speriamo che non mi seguano.
 
Ernesto


mercoledì 3 aprile 2013

La Grappa in cucina

 
 
 
 
L'uso della grappa in cucina risale ai tempi stessi della distillazione. Le ricette che utilizzano la grappa sono moltissime, perché il distillato con i suoi profumi e aromi stimola la fantasia dei cuochi e dona un tocco di personalità alle pietanze.
La grappa è certamente un elemento alimentare versatile; si può gustare sola, imparandone a conoscere le infinite sfumature di sapore e colore, e si può utilizzare, come ingrediente assieme ad altri cibi, per ricreare piatti antichi e consueti o nuovi ed inaspettati. I piatti assumono così connotati particolari; grazie alla grappa sprigionano nuovi profumi, prendono nuove caratteristiche, destano nuove curiosità; in un certo senso, probabilmente, assimilano l'essenza del distillato.
Allo stesso modo questa bevanda si rende disponibile al cambiamento. È gentile e delicata con il pesce o con i primi, piatti che richiedono morbidezza e sensibilità; è forte e decisa con i piatti di carne, ed anche con alcuni dolci, che hanno bisogno di carattere e fragranza.
Le ricette che nascono non sono casuali, ma sono il frutto di continue ricerche sui cibi e sugli ingredienti: ne derivano piatti che esaltano la grappa e aiutano a valorizzarla. Il binomio grappa e cucina diventa così figlio di molte madri e molti padri che non possono essere slegati dalla loro storia, dal loro territorio, dalla propria vocazione agricola ma anche dal clima generale.u
Nello stesso tempo deve essere indipendente dalla società attuale, dai modi di vita, dalle trasformazioni avvenute nei mercati e dalle nostre nuove esigenze culinarie, nuove passioni per nuovi gusti e nuove ricette e sempre con la voglia di sperimentare. La grappa pertanto, con il suo aiuto, aggiunge altra arte alla creazione di un piatto.

Ernesto Mantegazza