martedì 13 gennaio 2015

GRAPPA DI RUCHE' - riserva 2001 - Antica distilleria di Altavilla -



 
 Certo che mi ero veramente dimenticato di questa bottiglia nascosta in fondo ad un armadio. Ho pensato carino e gentile invitare alcuni amici e assaggiare questo prodotto per dare la nostra opinione su questo "vecchio" distillato. Una grappa che ci ha sorpreso in tutto e per tutto. La sua veste è semplicemente riconducibile ad antiche tradizioni sull'utilizzo del vetro. Il suo colore è meravigliosamente ambrato con sfumature di luce scintillante. Quello che però ci stimola alla sua degustazione sono quei meravigliosi profumi che sprigiona. Leggera è la sensazione di pungenza alcolica che reputo quasi insignificante sebbene la sua promessa di aver quarantacinque gradi. Sensazioni fini e delicate coprono una gamma di profumi che ci lasciano incantati e che ci elaborano immagini ed emozioni e che ci rimandano a riconoscere un sentore di rosa che ci evoca passione e spiritualità. Così intriganti che ci obbligano a sorseggiare subito questa grappa. Anche qui si esprime in modo molto fine, bisogna lasciarci trasportare dai molteplici sapori che questo distillato porta con sé. I trascorsi nel legno, che si è onorato dell'invecchiamento, ci lasciano una calda sensazione di vaniglia, qualche punta speziata e un sottilissimo sentore di tabacco, dolce, caldo e che si fa ricordare piacevolmente con persistenza nel finale. Sicuramente una splendida bottiglia che non ci permette di parlare troppo di lei, ma di farsi ascoltare dolcemente nel calice e assaporarla nel migliore dei modi. Questo è quanto consiglio per questa grappa che, mi ha e ci ha soddisfatto veramente molto.

Nessun commento: