lunedì 9 febbraio 2015

La Bisbetica -Casa Piave-

Agli occhi, una limpida trasparenza dove immersi scintillano  riflessi solari luminosi e caldi. Appena “stappata” sviluppa una profumatissima aura Al nasi  si viene avvolti da una magia di profumi che ci portano a sensazioni di frutta matura, a colorazioni rosse, al sottobosco che si cela tra leggeri e morbidi fiori. In bocca si sviluppano sapori che ricordano l’antico vitigno di Raboso, la prugna prepotente e matura, la marasca, la noce e il gelso tendono a fondersi tra di loro con una graziosa e nobile morbidezza. Al finale si propone in modo inusuale, un ritorno asciutto, dove la vaniglia e la frutta rossa non si lasciano scordare. Una persistente che propone ricordi meditativi lasciando affascinati i sensi. Una grappa veramente buona dove l’alcolicità, 42% forse un poco pungente, si dissolve però velocemente e non crea nessun fastidio alla bocca. Risultato eccellente per un invecchiamento in barrique, già bagnata dal Raboso, Una grappa non indifferente e sicuramente gradita dagli amatori della tipologia.

Nessun commento: