martedì 20 settembre 2016

INVOLTINI DI POLLO E FUNGHI




INGTRDIENTI per 4 persone:

8 fettine di petto di pollo, 8 fettine di pancetta tesa, 20 grammi di funghi secchi,  1 spicchio di aglio, 1 cipolla, 1 bicchiere di latte, 2 bicchieri di vino bianco, 1 cucchiaio di pane grattugiato, 1 cucchiaio di fecola, 2 cucchiai di olio EVO, sale-pepe qb

PREPARAZIONE:

Mettere in ammollo i funghi per un oretta, soffriggere aglio e cipolla tritati, aggiungere metà dei funghi  aggiustando di sale e pepe, sfumare il tutto con un bicchiere di vino bianco per una quindicina di minuti. Lasciare raffreddare.  In una ciotola tritare l'altra metà dei funghi  e mescolare con il pane grattugiato. Stendere le fettine, su ognuna  mettere un poco di  ripieno e arrotolarle all'interno di  una fettina di pancetta. Chiuderle con uno stecchino di legno. Rosolare gli involtini con un poco di olio, appena dorati aggiungere un bicchiere di vino e fare cuocere per una ventina di minuti. Ora prepariamo una salsina con i funghi  preparati precedentemente nella ciotola, aggiungere un bicchiere di latte, la fecola ed addensare per un minuto. A cottura ultimata degli involtini, uniamo la salsa ottenuta,  mescolare il tutto e servirla ben calda.

martedì 13 settembre 2016

Grappa di Ginepro - Distilleria Gualco


                                                                                                    


Al calice si notano sospensioni dovute al ginepro contenuto il colore ha un punto di tenue ambra con riflessi verdognoli. Al naso non si propone come impegnativa e nemmeno aggressiva, alquanto soft. Nettissimo il sentore aromatico, sufficientemente fine e accattivante, all’inizio un leggero tocco acetico. In bocca è gradevole ma con un’alcolicità che scappa con la grappa, rimane fortemente il gusto del ginepro e con un amaro forse troppo forte. Continuando sembra quasi che il ginepro disturbi il retro olfatto nascondendo la persistenza di altri componenti; rimane ancora l’amaro. Nettamente rispondente alla tipologia e con una alcolicità di 42% forse bassa. Gustosa ed apprezzata per appassionati e amanti dell’aromatizzazione.


Contatti

Spesso ricevo telefonate che poi, per il tempo a disposizione, non ho potuto soddisfare.
Se volete una maggiore attenzione per le risposte alle domande richieste, inviate una mail e vi sarà risposto in breve tempo, se volete potete anche inviare un recapito alternativo.

proferman@msn.com

ciao a tutti e grazie

mercoledì 7 settembre 2016

Grappa Vecchia Riserva - Distilleria Poli Giovanni & Figli



Limpida e cristallina, si presenta come una grappa trentina che non delude i propri estimatori. Una grappa che si illumina di luce brillante con un'ambratura di buona botte. Molto intensa all'olfatto, elegante, dalle gradevoli raffinatezze di vaniglia ,albicocca e  liquirizia, frutta secca e viola appassita, regala un'etere punta alcolica. In bocca una predominanza del dolce con un senso d'amaro che poi sovrasta e predomina, senza risultare troppo squilibrata, ma sufficientemente armonica. Il finale ritorna con persistenza sui profumi e sui sapori riconducendo anche ad un tabacco profumato. La pungenza è forse eccessiva per una "riserva" che porta al 41%. Nell'insieme risulta molto gradevole.