giovedì 20 ottobre 2016

MALATRACCIA  - Brut Sauvage


Riflessi dorati in un buon giallo paglierino. Una bella complessità di profumi che sottolineano  aromi di delicati lieviti, una punta di fumè,  gentili spezie con un tocco di sfoglia di burro. La struttura è forse troppo imponente data dal vino di base molto, forse troppo, ricco.  Il dosaggio è ben calibrato molto bene come l'acidità e l'effervescenza.  Nel finale troviamo una invadente personalità. E' un Brut che possiamo collocarlo a tavola tra primi piatti a base di pesce o frutti di mare. In fondo una piacevole sorpresa.

Nessun commento: